Re-Life 2018

JULIET SUMMER FEST VII – Giulietta&Romeo Re-Life

QUANDO: Dal 15 al 19 luglio 2018

“for never was a story of more woe, than this of Juliet and her Romeo”
William Shakespeare, Romeo and Juliet, epilogue

Stessi giorni, stesse ore, stessi luoghi!
5 giorni per la rievocazione storica … mai vista prima.
Un’operazione unica: dalla domenica al giovedì, nei tempi scanditi da
Shakespeare, corpi, azioni e testo: Giulietta e Romeo tornano in vita … fino alla
morte!

PRESENTAZIONE PROGETTO

Proporre un percorso teatrale che, attraverso la messinscena di Giulietta e Romeo:
• esplori i luoghi Shakespeariani della città
• renda viva Verona per e con gli studenti
• avvicini il mondo della scuola alla cultura attraverso un fare in prima persona
• crei un’appartenenza alla città e al “passaporto” con cui è conosciuta in
tutto il mondo
• crei una modalità di raccontare Verona che parta dagli strumenti e dalla
visione degli studenti stessi

DATE PROGETTO

• 22 E 25 APRILE 2018: Casting aperto a tutti gli studenti delle scuole superiori per
i ruoli dei personaggi di “Giulietta e Romeo” e per la comunicazione
Facebook e Instagram
• MAGGIO – LUGLIO 2018: prove e allestimento spettacolo e comunicazione
• 15 – 19 LUGLIO 2018: spettacolo con riprese diretta Facebook e Instagram
fatte dai ragazzi

CASA SHAKESPEARE IMPRESA SOCIALE – Vicolo Satiro, 8/b – 37121 VERONA

C.F e P. iva: 04295550232 – tel. 3400523081 – Rapp. Legale Solimano Pontarollo info@casashakespeare.it – www.casashakespeare.it

DATE, ORE, LUOGHI e SCENE

DOMENICA 15 LUGLIO 2018
19:00 – 19:15 Piazza dei Signori – lite Montecchi/Capuleti; Atto I, scena i, versi 60/69 e 81/103
20:00 – 20:15 Via Santa Maria in Chiavica (piazzetta Chiesa Santa Maria Antica) – regina Mab; Atto I, scena iv, versi 1/114
20:15 – 20:30 Piazza dei Signori – Giulietta, madre e Balia; Atto I, scena iii, versi 14/ 99
20:30 – 22:00 Piazza dei Signori – FESTA CAPULETI -primo bacio tra Giulietta e Romeo
22:00 – 22:05 Piazza dei Signori – litigio papà Capuleti / Tebaldo; Atto I, scena v, versi 55/145

LUNEDI’ 16 LUGLIO 2018
08:00 – 08:30 Casa di Giulietta (cortile) – scena del balcone; Atto II, scena ii, versi
2/157 e 167/193 – POSTI LIMITATI () 08:45 – 09:00 Chiesa di S. Anastasia – Romeo e Frate Lorenzo; Atto II, sc. iii, versi 1/90 16:00 – 16:15 Chiesa di S. Anastasia – matrimonio; Atto II, scena vi, versi 1/37 16:30 – 17:00 Giardini di Piazza Indipendenza – duello Tebaldo / Mercuzio / Romeo; Atto III, scena i, versi (1) 37/197 MARTEDI’ 17 LUGLIO 2018 06:00 – 06:30 Casa di Giulietta (interno) -scena dell’allodola e Litigio Papà Capuleti – Giulietta; Atto III, scena v, versi 1/68 e 107/242 – POSTI LIMITATI ()
07:00 – 07:15 Chiesa di S. Anastasia – Giulietta da Frate Lorenzo
23:30 – 24:00 Casa di Giulietta (interno) – Giulietta prende la fiala; Atto IV, scena iii,
versi 14/58 – – POSTI LIMITATI () MERCOLEDI’ 18 LUGLIO 2018 10:00 – 10:15 Casa di Giulietta (cortile) – Giulietta morta; Atto IV, scena v, versi 1/15 10:15 – 11:00 Tomba di Giulietta (chiostro) – tragitto feretro CASA -TOMBA 19:00 – 19:15 Valeggio sul Mincio (Borghetto) – Baldassarre avvisa Romeo – Romeo e lo speziale GIOVEDI’ 19 LUGLIO 2018 06:00 – 06:30 Tomba di Giulietta (chiostro) -Arrivo e morte di Romeo – risveglio e morte di Giulietta. Arrivo del principe. E’ la alba grigia; Atto V, scena iii, versi 91/120 e 161/170 – 292/309 – POSTI LIMITATI ()

NOTE DI REGIA
RE LIFE, come Real Life o Re Alive.
L’idea nasce da un’esigenza: sposare la storia di Giulietta e Romeo con la città che da essa è stata si fortemente influenzata e identificata. E proporla agli studenti delle scuole superiori della città. Un riprendere in mano l’identità della città e la sua struttura architettonica che proprio a causa, o grazie a, Giulietta e Romeo fu elaborata come la conosciamo oggi da lungimiranti amministratori della città.
L’idea nasce da un voler vivere il frenetico succedersi degli eventi previsti dalla realtà letteraria, traducendolo nel tempo reale. Un incontro sorprendente tra teatro e reality, un grande fratello del teatro in cui però non si chiede a delle persone di fare di sé stessi personaggi, al contrario: i personaggi ci sono, esistono
nell’immaginario mondiale, hanno una personalità che emerge dall’incontro degli stessi con gli studenti / attori che li interpretano, e gli studenti / attori saranno strumento di vita per gli stessi.
L’idea nasce per fare che Città e Storia siano legate per la prima volta e per la prima volta nessune delle due sarà strumento dell’altra, ma entrambe co-
protagoniste. In un intreccio nel quale riconoscersi insieme. E nel quale calare le nuove generazioni. Coinvolgendo i compagni degli interpreti nel racconto degli
avvenimenti attraverso gli strumenti di uso comune, Facebook e Instagram in primis. L’idea nasce per lavorare su un percorso interpretativo che ponga gli studenti nella condizione di chiedersi sempre qual è l’elemento di rottura, il conflitto interiore, il disagio generazionale che stanno vivendo in ogni singola scena, rendendoli coscienti del “qui e ora” ma anche delle conseguenze “appese alle stelle”.
Creando le premesse per cui il percorso di interpretativo sia anche uno strumento
di conoscenza dei luoghi della città, dell’urbe viva e vivibile, dello straordinario patrimonio culturale che ha e che è Verona. In una situazione che non presenta
l’unitarietà dello spettacolo teatrale, che inizia e finisce nelle “two hours traffic of our scenes”, bensì si diverga in tanti momenti brevi ed intensi, quasi supernova del teatro, aderente alle modalità di conoscenza immediata del reperibile on line e dell’approfondimento off line e sul vissuto vero.
Esserci e raccontare a brandelli la “nostra” storia: di Verona e del Teatro. Nostra di noi innamorati, amanti, appassionati, rissosi, di noi figli e di noi genitori, di noi cittadini e di noi istituzioni, di noi attori e teatranti.
Esserci in una proposta che sposi cultura e territorio, creando le premesse per un “TURISMO IN SCENA” dove l’evento culturale sia il motore per la conoscenza del territorio.
Esserci per dichiarare la nostra presenza, la nostra identità.
Per riconoscere e riconoscersi.